Le competenze al controllo degli scarichi industriali in pubblica fognatura è posta in capo all'Autorità d'Ambito ai sensi dell’articolo 128, del D.Lgs. 152/06  il quale tra l'altro prevede al comma 1 che l’autorità competente effettui il controllo degli scarichi sulla base di un programma che assicuri un periodico, diffuso, effettivo ed imparziale sistema di controlli.

 Lo stesso art. 128 prevede altresì che, fermo restando quanto stabilito al comma 1, per gli scarichi in pubblica fognatura il gestore del Servizio Idrico Integrato organizzi un adeguato servizio di controllo secondo le modalità previste nella convenzione di gestione.

La regione Lombardia - Direzione Generale Ambiente, energia e reti -  con DDG del 01.02.2011 n. 796, ha fornite una serie di indicazioni e la seguente articolazione dei controlli:

  1. controlli ordinari per la verifica del rispetto della normativa in materia di scarichi nella rete fognaria;
  2. controlli di verifica conseguenti a emergenza o superamento dei valori limite di emissione;
  3. controlli su segnalazione\richiesta di altre autorità\soggetti.

L’elenco delle aziende (che scaricano in pubblica fognatura acque reflue di tipo industriale e/o acque di prima pioggia)  da sottoporre ad accertamento viene definito di anno in anno con la collaborazione di ARPA e sulla base delle risultanze dell’attività degli anni precedenti anche attraverso e le comunicazioni fornite dai vari gestori operanti sul territorio.

Di seguito si riportano le Convenzioni sottoscritte con ARPA per la elaborazione del programma di controllo a partire dal 2012.

Valid XHTML 1.0 Strict   Validazione CSS W3C   Validazione WAI-A WCAG 1.0