La tariffa costituisce il corrispettivo del Servizio Idrico Integrato operato del gestore d’ambito, ovvero dal gestore che si occupa del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione  di tutta la provincia di Como.

Con D.L. 201/2011, convertito nella legge n. 214/2011 e successivamente con il DPCM del 20 luglio 2012 recante “Individuazione delle funzioni dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il gas attinenti alla regolazione e al controllo dei servizi idrici”, sono state attribuite all’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ora Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA)- le funzioni attinenti alla regolazione e al controllo dei servizi idrici.

L’art. 3 co. 1 del DPCM 20 luglio 2012, specificando le funzioni di regolazione e controllo dei servizi idrici trasferite all’Autorità, precisa che essa “approva le tariffe del S.I.I., proposte da soggetto competente sulla base del Piano d’Ambito di cui all’art. 149 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., impartendo a pena d’inefficacia prescrizioni.

L’art. 154 co. 4 del d.Lgs. 152/2006 e s.m.i. dispone che il soggetto competente – Ente di Governo dell’Ambito, ossia la Provincia tramite l’Ufficio d’Ambito - predispone la tariffa di base, e le trasmette per l’approvazione all’ARERA.

 

BONUS SOCIALE IDRICO

L’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) con delibera 897/2017/R/IDR (TIBSI) ha introdotto a partire dal 1/7/2018 il bonus sociale idrico, per le utenze domestiche residenti in condizioni di disagio economico.
Con delibera 227/2018/R/Idr l’ARERA ha definito le modalità applicative del bonus.
Si riporta di seguito il link al portale ARERA, al fine di avere le informazioni relative.
E' possibile inoltre scaricare la modulista per la richiesta del Bonus sociale idrico.

Collegamento sito internet ARERA - BONUS SOCIALE IDRICO

Valid XHTML 1.0 Strict   Validazione CSS W3C   Validazione WAI-A WCAG 1.0