La tariffa costituisce il corrispettivo del Servizio Idrico Integrato operato del gestore d’ambito, ovvero dal gestore che si occupa del servizio di acquedotto, fognatura e depurazione  di tutta la provincia di Como.

Con D.L. 201/2011, convertito nella legge n. 214/2011 e successivamente con il DPCM del 20 luglio 2012 recante “Individuazione delle funzioni dell’Autorità per l’Energia Elettrica e il gas attinenti alla regolazione e al controllo dei servizi idrici”, sono state attribuite all’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ora Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il sistema idrico – AEEGSI - le funzioni attinenti alla regolazione e al controllo dei servizi idrici.

L’art. 3 co. 1 del DPCM 20 luglio 2012, specificando le funzioni di regolazione e controllo dei servizi idrici trasferite all’Autorità, precisa che essa “approva le tariffe del S.I.I., proposte da soggetto competente sulla base del Piano d’Ambito di cui all’art. 149 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., impartendo a pena d’inefficacia prescrizioni.

L’art. 154 co. 4 del d.Lgs. 152/2006 e s.m.i. dispone che il soggetto competente – Ente di Governo dell’Ambito, ossia la Provincia tramite l’Ufficio d’Ambito - predispone la tariffa di base, e le trasmette per l’approvazione all’AEEGSI.

 

Valid XHTML 1.0 Strict   Validazione CSS W3C   Validazione WAI-A WCAG 1.0